Bando Servizio Civile 2020

Caritas Diocesana Bari Bitonto - Servizio Civile 2021

Il 21 dicembre 2020 il Dipartimento per le Politiche Giovanili e il Servizio Civile Universale ha pubblicato il Bando per la selezione di 46.891 operatori volontari da impiegare in progetti di Servizio Civile in Italia o all’Estero. Inoltre, con l’integrazione al bando del 15 gennaio 2021, si sono aggiunti altri 8.902 posti per programmi da realizzarsi sempre in Italia e all’Estero, per un totale di 55.793 di posti per i giovani che, in età compresa tra i 18 e 28 anni, vogliono diventare operatori volontari di servizio civile.

Puoi presentare la tua domanda a Caritas Diocesana di Bari – Bitonto per i seguenti progetti: 

Progetto “Cantiere di Accoglienza – Bari”

per una delle seguenti sedi:

  1. CENTRO ACCOGLIENZA “DON VITO DIANA” – BARI – (cod. sede181505) – solo uomini;
  2. CASA OSA – OASI STRADE APERTE – MODUGNO (cod. sede181506) – solo uomini;
  3. COMUNITA’ MICAELA ONLUS – ADELFIA (cod. sede 181500);
Progetto “Comunità in ascolto-Bari”

 per una delle seguenti sedi:

  1. CENTRO DI ASCOLTO DIOCESANO – BARI (cod. sede 181503);
  2. OSSERVATORIO DIOCESANO DELLE POVERTA’ E DELLE RISORSE – BARI (cod. sede 181502);

Progetto “Reti educative per l’inclusione-Bari”

per la seguente sede:

  1. CENTRO SOCIO EDUCATIVO DIURNO “VOLTO SANTO” – BARI (cod. sede181501).

Puoi presentare una sola domanda! 

Per l’ammissione alla selezione è richiesto il possesso dei seguenti requisiti:

a) cittadinanza italiana, ovvero di uno degli altri Stati membri dell’Unione Europea, ovvero di un Paese extra Unione Europea purché il candidato sia regolarmente soggiornante in Italia;
b) aver compiuto il diciottesimo anno di età e non aver superato il ventottesimo anno di età (28 anni e 364 giorni) alla data di presentazione della domanda –  NOVITA’ BANDO IN CORSO possono presentare domanda anche coloro che, alla data della presentazione della stessa, abbiano compiuto il ventottesimo e non superato il ventinovesimo anno di età (29 anni e 364 giorni), a condizione che abbiano interrotto lo svolgimento del servizio civile nell’anno 2020 a causa dell’emergenza epidemiologica da COVID-19. Tale novità, è stata introdotta dal decreto-legge 137/20 “Decreto ristori 4” (convertito con la legge 18 dicembre 2020, n. 176); 
c) non aver riportato condanna anche non definitiva alla pena della reclusione superiore a un anno per delitto non colposo ovvero ad una pena della reclusione anche di entità inferiore per un delitto contro la persona o concernente detenzione, uso, porto, trasporto, importazione o esportazione illecita di armi o materie esplodenti, ovvero per delitti riguardanti l’appartenenza o il favoreggiamento a gruppi eversivi, terroristici o di criminalità organizzata.

Possono presentare domanda coloro che si trovano in una delle seguenti condizioni:

• cittadino dell’Unione europea;
• familiare di cittadini dell’Unione europea non aventi la cittadinanza di uno Stato membro che siano titolari del diritto di soggiorno o del diritto di soggiorno permanente;
• titolare del permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo;
• titolare di permesso di soggiorno per asilo;
• titolare di permesso di soggiorno per protezione sussidiaria.

Devi presentare la domanda di partecipazione alle selezioni esclusivamente online attraverso la piattaforma DOL raggiungibile tramite PC, tablet e smartphone all’indirizzo https://domandaonline.serviziocivile.it

Per la compilazione della domanda di partecipazione al Bando devi dotarti dello SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale) di livello di sicurezza 2. 

Sul sito dell’Agenzia per l’Italia Digitale www.agid.gov.it/it/piattaforme/spid sono disponibili tutte le informazioni su cosa è lo SPID, quali servizi offre e come si richiede.

Se sei un cittadino appartenente ad un Paese dell’Unione Europea diverso dall’Italia o a Svizzera, Islanda, Norvegia e Liechtenstein, che ancora non possono disporre dello SPID, oppure sei un cittadino di un Paesi extra Unione Europea in attesa di rilascio di permesso di soggiorno, puoi accedere ai servizi della piattaforma DOL previa richiesta di apposite credenziali al Dipartimento, secondo una procedura disponibile sulla home page della piattaforma stessa.

La domanda di partecipazione al Bando potrà essere presentata entro e non oltre le ore 14:00 di mercoledì 17 febbraio 2021. Oltre tale termine il sistema non consentirà la presentazione delle domande. Le domande trasmesse con modalità diverse non saranno prese in considerazione.

Per facilitare la tua partecipazione ti basterà accedere al sito dedicato www.scelgoilserviziocivile.gov.it.

Per qualsiasi informazione è possibile contattare i seguenti numeri: 
320 949 635 5 dal lunedì al sabato dalle 10.00 alle 12.00 (contact WhatsApp)
371 350 600 3 dal lunedì al sabato dalle 15.00 alle 19.00
349 478 752 7 dal lunedì al sabato dalle 15.00 alle 19.00
oppure puoi inviare una mail all’indirizzo serviziocivile@caritasbaribitonto.it o all’indirizzo segreteria@caritasbaribitonto.it

Inoltre, è possibile consultare il sito www.caritas.it, nonché il sito www.serviziocivile.gov.it per tutte le informazioni tecniche sul bando. 

In allegato: 

  • la locandina bando Caritas diocesana Bari – Bitonto; 
  • le slide di presentazione servizio civile 2021;  
  • la scheda elementi essenziali progetto CANTIERE DI ACCOGLIENZA – BARI; 
  • la scheda elementi essenziali progetto COMUNITA’ IN ASCOLTO – BARI; 
  • la scheda elementi essenziali progetto RETI EDUCATIVE PER L’INCLUSIONE – BARI; 
  • la guida per la compilazione e la presentazione della domanda on line con la piattaforma DOL; 
  • il bando ordinario SCU 2020
  • il bando integrativo selezione volontari del 15 gennaio 2021. 

Allegati

Bando integrativo selezione volontari del 15 gennaio 2021.
Bando ordinario SCU 2020
Guida per la compilazione e la presentazione della domanda on line con la piattaforma DOL
Slide di presentazione servizio civile 2020
Locandina bando Caritas diocesana Bari – Bitonto 2020
Progetto “Reti educative per l’inclusione-Bari”
Progetto “Cantiere di Accoglienza – Bari”
Progetto “Comunità in ascolto-Bari”

Web developer Giovanni Caputo