O.S.A. “Oasi Strade Aperte”

È partito ufficialmente O.S.A. “Oasi Strade Aperte”. Ieri sera, presso la parrocchia Immacolata di Modugno, Don Vito Piccinonna – direttore Caritas Diocesana Bari – Bitonto – ha illustrato il progetto presentato da Caritas Diocesana in collaborazione con Caritas italiana.

“Il Progetto OSA – afferma Don Piccinonna – nasce per rispondere alle richieste di padri che invocano il loro diritto di esserci per i propri figli nonostante le mille difficoltà, ed è per questo che al centro del nostro progetto non ci siamo noi e le nostre strutture, ma le storie concrete dei nostri fratelli e sorelle che invocano una relazione, una presenza.”

La struttura, donata alla diocesi e messa a disposizione dall’Arcivescovo, ospiterà  al massimo per un anno sei padri che vivono condizione di precarietà economica, relazionale, spirituale e morale. L’equipe multidisciplinare è già al lavoro per ascoltare e accogliere i primi ospiti.

La nuova Opera- Segno della diocesi, è stata benedetta da S.E. Mons. Francesco Cacucci, Arcivescovo di Bari – Bitonto. ” Papa Francesco – ha ricordato l’arcivescovo – paragona la Chiesa ad un ospedale da campo in cui non si risolvono tutti problemi, in cui ci si trova a dover affrontare le emergenze, e non sempre lo si fa nel modo giusto. Questo ci dovrebbe aiutare a capire quanto sono importanti i percorsi di comunità e di carità, ricordandoci che la Chiesa è parte dello Stato e che noi dobbiamo esserne operatori di amore di Dio.

1 Trackback & Pingback

  1. Padri separati, quando e come un genitore diventa un clochard in fila alla mensa della Caritas - La Crisi

I commenti sono bloccati.

Web developer Giovanni Caputo